Perugia-Avellino, Bisoli: “Sette partite di rabbia e ferocia”

L’allenatore dei grifoni Pierpaolo Bisoli, alla vigilia di Perugia-Avellino, ha parlato in conferenza stampa, riflettendo sugli errori di Brescia e spiegando le ultime novità per la sua squadra, in vista della sfida di domani pomeriggio al “Renato Curi“.

Sono 21 i convocati, anche se non tutti sono stati recuperati al 100%: “C’è Parigini, ma Spinazzola ha avuto un problema all’anca e Prcic è ancora indietro a causa dell’influenza. Volta partirà probabilmente titolare perché ci servirà per difendere le palle alte, sulle quali loro sono molto forti; Fabinho invece l’ho visto affaticato, ma la sua qualità ci farebbe comodo.”

La partita di lunedì però ha lasciato il segno, il mister biancorosso non l’ha digerita e l’ha spiegato ai suoi ragazzi:” È stata una grande delusione perché eravamo vicinissimi ai 3 punti, ho dovuto caricare tutti: non devono mollare adesso, non tollero rassegnazione da parte loro.” E continua: “Ci sono stati errori, ma questa settimana ci siamo allenati bene e chi entra in campo dovrà dare tutto se’ stesso per la squadra.

L’allenatore ex Cesena è guardingo sul prossimo avversario: “L’Avellino arriverà agguerrito, sarà una partita chiusa, loro sono una squadra molto tecnica, ma noi se mettiamo in campo il lavoro della settimana potremmo fare bene.

Il mister ancora non si da per vinto, per lui il campionato non è finito: “Dobbiamo scavalcare più squadre possibili, per arrivare all’8° posto. Sarei comunque contento anche di arrivare nono, perché è stata un’annata sfortunata, abbiamo preparato partite con 11 o 12 giocatori e nessuna squadra si è trovata nella stessa situazione.

Potrebbe interessarti: 

About Eleonora Ciaffoloni 242 Articoli
Vive a Perugia, ma studia presso la facoltà di Scienze Politiche e relazioni internazionali dell'Università di Siena. Appassionata di letteratura, sport e grande sostenitrice del Perugia Calcio.