Pronostici Wrestlemania 32: la Card Definitiva

La Road to Wrestlemania è ormai giunta al termine. Finalmente, questa domenica assisteremo allo show di Wrestling più importante dell’anno, più atteso dell’anno; lo show che dovrebbe rappresentare l’apice dello starpower, la fine di storyline leggendarie e del lottato eccezionale… ma sarà davvero così?

Kick-off

André The Giant Memorial Battle Royal
Ormai giunta al suo terzo anno di vita, la Battle Royal in onore del compianto André ha perso definitivamente quel poco interesse che aveva attorno.
Difatti, se al primo anno era presente, grazie al fattore novità, e l’anno scorso di aveva un briciolo di hype per lo split fra Miz e Mizdow e possibile vittoria di quest’ultimo, quest’anno non c’è proprio carne sul fuoco. Una semplice rissa tra jobber e Wrestler ormai vicini al ritiro.
Vista l’esclusione di Bray Wyatt e Braun Strowman (che secondo me avrebbero vinto), sono propenso per indicare come vincitori Kane o Mark Henry, ormai vicini al ritiro, per dar loro un premio alla carriera.
Ma se bookassi io questa rissa inutile, beh… darei la vittoria a uno come Heath Slater (impossibile), per provare a rilanciarlo, o almeno a dargli un contentino, o magari (ancora più impossibile) al povero Damien Sandow.
Winner: Kane (se gli Wyatt non parteciperanno)

5 vs 5 Divas Match (Brie Bella, Eva Marie, Natalya, Paige and Alicia Fox vs Lana, Naomi, Tamina, Summer Rae and Emma).
Doveva essere un single match fra Lana e Brie (nato dal nulla). Dal nulla è diventato un 3 vs 3. Poi un 4 vs 4. E poi, sempre dal nulla, Emma (gran pop) e Eva Marie (grandi fischi) sono tornate da NXT.
Ora, sono solo contento di vedere questo match rilegato nel Kick-off, perché sarebbe stata una vergogna, vedere in una Main Card del genere un match così inutile e mediocre (stile Wrestlemania 26).
Alleanze poi, che sembrano essere nate dal nulla: Eva Marie tornata con le face, Lana e Summer Rae nella stessa squadra, Paige e Brie alleate… tutto sembra essere fatto a caso.
Nonostante il debutto di Lana, penso che la vittoria andrà al Team Brie, per dare un contentino a quest’ultima in vista dell’imminente ritiro.
Winners: la noia… scherzo, il Team Brie

Dudley Boyz vs Usos.
Faida nata a causa del turn heel dei Dudley, che nelle settimane passate è letteralmente passato in sordina e quasi dimenticato. Un peccato, considerando che da heel sono diventati molto più interessanti e potrebbero seriamente vincere le cinture di coppia.
Sugli Usos… beh, non c’è molto da dire. Bravi sul ring (molto più del cugino), ma ormai sono divenuti personaggi stantii, che da un anno e mezzo non regalano più emozioni al pubblico.
Detto questo, spero che dopo questo ritorno disastroso (stile Jericho 2012), i fratelli di Dudleyville riescano almeno a prendersi una vittoria a Wrestlemania.
Winners: Dudley Boyz

US. Championship Match, Kalisto (c) vs Ryback
Nonostante i netti miglioramenti del Big Guy, non vedo ne il senso di una sua vittoria (che probabilmente avverrà), ne di questa opportunità concessa dalla federazione; un turn heel avvenuto nel silenzio totale, un cambio di ring attire quasi comico e una faida che sembra inesistente.
L’alone di mediocrità e noia fatta calare da Del Rio sul titolo degli Stati Uniti non si è diradata con Kalisto, anzi, è aumentata. E ora mi chiedo cosa ci potrebbe fare Ryback, forse passarlo a un face a Extreme Rules? Speriamo.
Piccola nota: escluso l’anno scorso, il titolo US. non veniva messo in palio a Wrestlemania dal 2007. Forse si stava meglio quando si stava peggio.
Sperando di assistere un incontro sufficiente… Winner and new US. Champion: Goldb… Ryback

MAIN CARD

Ladder Match for the Intercontinental Championship: Kevin Owens (c) vs Sami Zayn vs Dolph Ziggler vs The Miz vs Zack Ryder vs Sin Cara vs Stardust

Probabile opener della serata.
All’annuncio del match, la gente si è divisa in due diverse lamentele, ossia dire che una stipulazione del genere era l’ideale per il match per il titolo US. e che Zack Ryder non meritava di stare del match. Perché, R-Truth l’anno scorso invece? O gli stessi Sin Cara (probabile sostituto di Neville) e Stardust di quest’anno?
Probabilmente la WWE è intenzionata a proteggere sia Zayn che Owens, e magari aprire le porte a un loro scontro futuro. Detto questo, credo che la vittoria andrà all’ex Kevin Steen, poiché penso che la WWE sia intenzionata a premiare la sua prima e ottima annata nel Main Roster con una vittoria di rilievo a Wrestlemania, lasciando aperto il feud con Zayn, con una rivincita titolata (e conseguente cambio di titolo) a Extreme Rules.
Spero solo di vedere uno spettacolo migliore di quello offerto dal Ladder Match dell’anno scorso, appena sufficiente, secondo me.
Winner: Kevin Owens

Triple Threat Match for the Divas Championship: Charlotte (c) vs Sasha Banks vs Becky Lynch
Erano dieci anni che non si provava un simile interesse per un match femminile a Wrestlemania.
Tutte le carte in tavola promettono spettacolo, uno spettacolo che forse potrebbe anche rubare lo show e confermarsi come miglior match della serata (come in quello splendido Fatal Four Way di Takeover: Rival), nonché ad un livello nettamente superiore di quello di dieci anni fa (perché, contrariamente a ciò che pensano molti, lottatrici come Sasha e Becky sono decisamente un passo avanti a Trish, Lita e Mickie).
Tutto va verso ciò che si aspetta da questa estate: la consacrazione di Sasha Banks.
Sperando di vedere un match dall’alto minutaggio, magari anche senza interferenze di Flair…
Winner and new Divas Champion: Sasha Banks

3 on 4 handicap match: New Day vs The League of Nation
L’ostinazione con cui la WWE cerca in ogni modo di pushare o di rendere over la League of Nation, un gruppo che non è risultato interessante sin dal giorno della formazione, è a dir poco fastidioso.
Barrett è il nulla da più di un anno, Sheamus e Alberto Del Rio, sono praticamente due facce della stessa medaglia: due che la WWE ha sempre cercato di mandare over e al top, facendogli vincere titoli spesso immeritati, ma guadagnandosi solo gli sbadigli del pubblico. Il 2011 è stato forse l’ultimo anno in cui sono sembrati interessanti.
Anziché proporre un incontro a più coppie, con magari coinvolti Usos e Dudley… si è proposto per un handicap match titolato, divenuto poi un match normale.
Il messaggio della WWE pare chiaro: la League of Nation deve vincere il match a Wrestlemania, ma non i titoli di coppia. Spero con tutto il cuore di sbagliarmi, perché dopo l’anno memorabile offerto dal New Day, intrattenendo il pubblico nei segmenti e offrendo buoni match, meriterebbero una vittoria a Wrestlemania. Pronostico la League of Nation, tuttavia tiferò fino a perdere la voce per il New Day.
Winner: League of Nation

AJ Styles vs Chris Jericho
Costruzione buona, nonostante la lunghezza della faida, però da la sensazione che qualcosa manchi. L’unico match che avrei voluto vedere con una stipulazione: un Submission Match, un 2 out of 3 Falls… eppure niente.
Sicuramente sarà uno spettacolo grandioso, dove nessuno dei due si risparmierà, e probabilmente sarà il match migliore della serata, grazie anche ad un Chris Jericho sempre in forma.
Plauso a Y2J, sempre pronto a lavorare con i giovani talenti, che siano fenomeni come Styles, o semplici atleti in rampa di lancio come Evan Bourne, Fandango o Bray Wyatt.
Ciò che è davvero incerto è il futuro di Styles: cosa farà dopo Wrestlemania? Io lo manderei per il titolo degli Stati Uniti, in modo da far finire subito il regno Ryback a Extreme Rules.
Winner: AJ Styles

Hell in a Cell Match: Shane McMahon vs The Undertaker (If Shane wins, he will take control of Raw, and will be the last Wrestlemania of Undertaker)
Il match più atteso. Il match più incerto. Il match più importante. Forse il vero Main Event.
Con uno dei ritorni più sorprendenti di sempre, Shane ha riacceso l’interesse verso una Road to Wrestlemania che si stava rivelando quasi la più piatta e scialba di quella degli ultimi 3 anni.
Tuttavia, nelle settimane seguenti, la costruzione non è stata molto esaltante, con un Undertaker caratterizzato malissimo.
Lo ammetto, sono uno di quelli a cui non sarebbe dispiaciuto vedere Shane sostituito da Cena, poiché sogno uno scontro a Wrestlemania fra i due, ma penso che lo stiano risparmiando per l’anno prossimo.
Detto questo, penso che Shane vincerà, per dare un violento scossone allo status della WWE nel periodo post-Wrestlemania, ma che nonostante ciò questo non sarà l’ultimo match della carriera del Deadman, che si concluderà l’anno prossimo, in uno scontro finale con Cena.
L’unica cosa che temo è l’eccessivo overbooking, come ad esempio quello dell’anno scorso (illogico e ridicolo) che ha rovinato il match fra Sting e Triple H.
Winner and new GM of Raw: Shane McMahon

No Holds Barred Match: Brock Lesnar vs Dean Ambrose
Vorrei essere qui a parlare di quanto questo match sarà fantastico, dello spettacolo che offriranno entrambi i contendenti con questa stipulazione. Insomma, vorrei parlare di Ambrose e Lesnar… invece mi ritrovo a parlare di Bray Wyatt.
Il guru ormai è un personaggio stantio, che la WWE non vuol far vincere quando conta, ma che non si ostina da togliere dal giro che conta; ormai i rumors che possa intervenire (e di conseguenza rovinare il finale del match) si stanno facendo sempre più strada, e con l’esclusione dalla Battle Royal che lo vedeva vincitore, sembrano essere diventati certezza.
Il timore di ritrovarsi con un finale come quello di Hell in a Cell 2014 c’è, tuttavia con risultato inverso: ovvero una vittoria di Ambrose sporca, per proteggere entrambi.
Ora, io, da grandissimo estimatore dell’ex Jon Moxley, preferirei una sua sconfitta pulita (avvenuta dopo una grandissima prestazione), anziché una vittoria sporca. Penso comunque che la federazione voglia puntare su di lui, e che il suo primo titolo mondiale arriverà certamente quest’anno, magari grazie al Money in the Bank. Ma più che altro, quello che vorrei è non vedere più la Wyatt Family.
Hanno stancato, non c’è altro da dire. Bray Wyatt è ormai accolto nel silenzio, e questa volontà folle di pushare così tanto Strowman non sta certo aiutando la stable, anzi, la sta affossando.
Quindi, pregando che non intervengano a rovinare quello che probabilmente sarà il match della serata…
Winner: Brock Lesnar

WWE Championship (No DQ?) Match, Triple H (c) vs Roman Reigns
Albert Einstein diceva che la follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.
Direi che aveva ragione.
A un anno di distanza ci ritroviamo con la stessa situazione: un Main Event con un face (probabile) vincitore, che la gente non può vedere (ma forse è il quarto anno consecutivo, Batista a parte, che comunque stavano lanciando così).
Il gioco è bello quando dura poco, ma la WWE sembra non averlo imparato.
Nonostante la costruzione dignitosa (ovviamente fare peggio dell’anno scorso era impossibile) Roman Reigns risulta addirittura più rigettato dell’anno scorso. Durante ogni scontro diretto con Triple H, quest’ultimo è stato tifato a furor di popolo, mentre quello che dovrebbe essere il face di punta, è stato fischiato pesantemente.
Parlare di Roman Reigns è inutile, sarebbe come sparare su un cadavere: era inadeguato l’anno scorso, e lo è oggi. Il samoano non ha conseguito miglioramenti degni di nota, eppure la volontà di imporlo come volto della federazione è rimasta la stessa.
Detto questo, penso che si ripeterà uno scenario degno di Wrestlemania 22, quando John Cena sconfisse Triple H nell’indignazione e la rabbia di Chicago, dal momento che quest’anno non c’è nessun YesMoviment e nessuna valigetta a salvarci (e non fatevi illusioni, non interverrà Shane a inserire Ambrose nel match. Perché sì, ho letto anche questo).
Con Franchini che di certo, oltre a commentare in maniera mediocre (ma tant’è, è il suo solito), si guarderà bene dal ripetere le frasi dette alle vittorie di Rey Mysterio e John Cena (“Il Wrestling è morto! E’ una vergogna!”), avvenute proprio quella notte. Ma si sa, molte volte il lecchinaggio paga.
Tra parentesi, è vergognoso avere, non solo Roman Reigns, nel Main Event, ma anche un 47enne semiritirato come Triple H, che nel 2016 ha avuto il coraggio di assegnarsi Titolo WWE, Royal Rumble e Main Event di Wrestlemania.
Io la vivrò così: una sfida fra un passato che ormai andrebbe messo da parte e un futuro… beh, mediocre. Spero solo che il pubblico mi faccia divertire.
“The Future is Now! (però la Rumble la vinco io!)”
Winner: Roman Reigns

 

CONSIDERAZIONI GENERALI:
nonostante il numero di infortunati (Cena, Rollins, Orton, Cesaro) e i wrestler ritirati (Daniel Bryan e probabilmente Sting) siamo di fronte a una card decisamente migliore di quella dell’anno scorso, complice il ritorno di Shane e il debutto di AJ.
La qualità, inoltre, si prospetta buona, anche grazie all’ottimo match femminile e la vastità di stipulazioni, al contrario della 31° edizione, che ha offerto un lottato misero.
Però cresce la paura, pensando all’overbooking che ci potrebbe essere, rovinando così i due match più attesi della serata, ovvero l’Hell in a Cell match e lo scontro fra Ambrose e Lesnar.

About Sanji 1609 Articoli
Si dice che Dio crei le pietanze e il diavolo ci metta le spezie... ma forse questo piatto era un po' troppo piccante per te.