Scandalo Scommesse, Abodi: “Vogliamo chiarezza e pulizia”

Quando sta per tramontare l’ennesima triste giornata del calcio italiano, dopo lo scandalo scommesse che ha coinvolto due ex tesserati dell’Avellino Calcio e il clan camorristico di Secondigliano “Vanella Grassi”, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport il numero uno della Lega Serie B Andrea Abodi.

Queste le dichiarazioni rilasciate all’emittente satellitare: “Noi, così come tutte le altre Istituzioni sportive, abbiamo sempre fatto di tutto affinchè il calcio italiano e, in particolare, la Serie B rimanessero puliti. Nonostante l’impegno profuso, però, ci troviamo di fronte all’ennesima spiacevole vicenda e soprattutto a un altro attentato delle organizzazioni mafiose nei confronti di questo splendido sport. L’Avellino? So solo che due partite della stagione 2013-14 sarebbero state alterate fuori e dentro dal campo da alcuni delinquenti. Vogliamo fare e faremo pulizia, in collaborazione con le autorità giudiziarie”.

La Direzione Distrettuale Antimafia ha condotto sin dalle prime ore del mattino le indagini: “Non posso che ringraziare le forze dell’ordine per il lavoro svolto e per lo sforzo che stanno facendo in queste ore. La Lega continuerà a lavorare insieme al resto dei componenti della Federazione al fine di limitare e, possibilmente, eliminare determinati soggetti dal mondo del calcio. Il Governo? La politica deve intervenire in maniera concreta, così come ha fatto negli ultimi mesi, aumentando la pena per chi commette reati del genere, portando il numero degli anni di detenzione sino a 9 anni.

Potrebbero interessarti:

Ecco le intercettazioni raccolte dagli inquirenti (Audio)

(Video) Taccone: “Sono incazzato e amareggiato”

About Pietro De Conciliis 580 Articoli
Nato il 26 dicembre 1996, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione (ramo Editoria) dell'Università degli Studi di Salerno (Fisciano). Aspirante giornalista e uno dei quattro amministratori di albarsport.com.

Commenta per primo

Lascia un commento