Sidigas Avellino-Vanoli Cremona 84-70, Sacripanti: “Terzo posto importante”

Dopo la grande vittoria della sua Sidigas, coach Sacripanti ha parlato in conferenza stampa, complimentandosi con i suoi giocatori e parlando anche del futuro avellinese. Qui le sue dichiarazioni.

“Abbiamo fatto una buona partita sotto tutti gli aspetti. Dal punto di vista difensivo abbiamo fatto bene su pick and roll mandandoli sempre a sinistra. Abbiamo eseguito bene. Sono contento di come ho potuto ruotare gli uomini: erano tutti coinvolti. Penso che allungare la difesa sia stata la mossa vincente. Quell’8-0 ha rotto la partita e loro non sono più rientrati. Cremona è un’ottima squadra e ci ha dato difficoltà. Però credo che la nostra pazienza e lucidità abbiano dato i loro frutti – continua Sacripanti – Oggettivamente venerdì avevo chiesto che fosse un esame anche per il pubblico e anche il pubblico ha vinto oggi. Siamo sempre di più e spero che anche ai play-off i tifosi continuino a crescere fino al tutto esaurito. Questa è una squadra che lotta, come anche a Torino, merita questo pubblico. Ora manca poco e l’obbiettivo di arrivare terzi è importante e alla portata. Lavorerò con tutto lo staff per pianificare un modo per arrivare meglio possibile ai play-off”.

Continuano poi i complimenti del coach, che ha parlato anche dei playmaker avellinesi, grande forza della squadra, e della sua predilezione per il quintetto “piccolo”.

“Ho sempre pensato che Green e Ragland  insieme fossero un valore aggiunto. Abbassare il quintetto ci ha portato a fare la cosa giusta con la zone-press a tutto campo. Il bello di questa squadra è che ti dà tante opzioni. Se tutti sono bravi ad accettare il loro ruolo, come ha fatto Veikalas che pure ha fatto bene ma che è stato sacrificato per mettere i due play. Questa è una squadra che può andare lontana. Oggi, oltre Cervi che è stato importante, Green in difesa è stato fenomenale. Queste armi diventano positive se tutti sono con me. “

Altro argomento della conferenza stampa è stata la sconfitta della scorsa settimana contro Torino, che è stata già ampiamente dimenticata.

“Dopo la partita di domenica a Torino ero un po’ scontento per quello che era successo. Questa bagarre fisica da play-off che Torino ha messo in campo ci ha fatto ingolosire in palleggio e non lavorare di passaggi. Questo è stato motivo di discussione con la squadra. C’è da dire che però i nostri sono bravi ad eseguire il piano partita”. 

Infine, il coach ha parlato della gara di domenica prossima contro Caserta, e di come egli sia comunque attaccato a quella piazza. Sacripanti oggi sarà proprio al Palamaggiò a seguire la gara tra Caserta e Reggio Emilia, dopo che Frosini questa mattina ha visto la gara di Avellino.

“Credo che Caserta-Reggio sia una partita importante per i padroni di casa. Io non mi attacco al passato, la gara di andata non mi tocca. Se c’è sportività un palazzo pieno e caldo ci può abituare ai play-off. Io sono affezionato a Caserta e spero che oggi vinca, ma per noi quei due punti di domenica prossima sono importanti perché Cremona in casa non perde mai”.

Potrebbe interessarti:

About Redazione 563 Articoli
Redazione AlBarSport.com, sito d'informazione sportiva