Spal-Salernitana, Sannino: “L’Arechi mi rimarrà nel cuore”

Alla vigilia di Spal-Salernitana, il tecnico dei granata Giuseppe Sannino ha parlato in conferenza stampa della sfida di domani.

Queste le sue parole: “Mi aspetto che la Salernitana faccia la partita per i tre punti. Credo che non sia mai venuta meno la voglia di farlo. Affrontiamo una squadra arrabbiata, che viene da una sconfitta. Abbiamo bisogno di punti e di muovere la classifica. Dobbiamo continuare a fare quanto fatto con Trapani, Spezia, Verona e anche Vicenza, tengo a precisarlo. Dobbiamo vivere partita per partita nel modo giusto, sapendo che ogni partita ha storia a sè ma che un risultato va sempre fatto. I luoghi comuni dicono che vincere aiuta a vincere, vincere aiuta a lavorare meglio. Io invece penso il contrario. Un professionista sa che passa attraverso vittorie e sconfitte, non vuol dire che solo chi vince lavora bene. Dobbiamo essere uomini che sanno gestire i momenti, non farsi prendere da scoramento e gioia. Chi fa questo mestiere deve saper lavorare in tutte le situazioni La SPAL? Il calcio è fatto di tempo. Ora è quello delle neopromosse. Il Benevento ha fatto una squadra importante e sta ottenendo risultati. Il Cittadella viene dall’entusiasmo della vittoria del campionato, hanno avuto un anno di lavoro alle spalle più semplice, c’è coesione nel gruppo che non ha cambiato molto. La Spal è un po’ come il Cittadella, con l’intelaiatura della passata stagione ma anche con calciatori imporanti inseriti in organico“.

Sulla condizione della squadra: “Domenica siamo usciti un po’ acciaccati dal campo, ma spero che attraverso il lavoro dello staff tecnico, a cui va fatto un plauso perché lavorano nell’ombra, ci diano la possibilità di mettere in campo i giocatori migliori”.

Sulla formazione iniziale: “Voglio valutare altre cose, ma mi piace tenere tutti sul filo fino alla fine. Mi piace che in allenamento tutti possono darmi degli spunti”.

Un bilancio dell’esperienza a Salerno: “Ovunque sono stato mi sono sempre sentito un allenatore del popolo. Ho voluto sempre vivere la piazza. Salerno è una di quelle che ti da la possibilità di sentire il calore, sia calcisticamente che dal punto di vista umano. Quando andrò via da Salerno mi rimarranno dentro le persone di Salerno e lo spettacolo dell’Arechi”.

Potrebbe interessarti:

Spal-Salernitana, i Convocati di Sannino (Serie B 2016-17)

Valore di Mercato Squadre Serie B 2016-17: Rosa, Giocatori e Stipendi

About Sanji 1376 Articoli
Si dice che Dio crei le pietanze e il diavolo ci metta le spezie... ma forse questo piatto era un po' troppo piccante per te.