Torino-Juventus 1-3, Mihajlovic: “Sconfitta amara, complimenti ai miei ragazzi”

Il Torino di Sinisa Mihajlovic ha fatto davvero paura alla Juventus di Max Allegri. Vantaggio siglato da un grande colpo di testa del numero 9 Belotti, seguito dalla grande prova dell’altro numero 9, Gonzalo Higuain, che ha letteralmente piegato i granata. Nell’intervista post-partita, il tecnico dei padroni di casa non ha nascosto la sua amarezza per una sconfitta beffarda: “Fino al 93′ abbiamo giocato alla pari, meritavamo di più. Loro sono costruiti per vincere Champion League e campionato, noi per lottare per l’Europa League. La differenza di prestazione tra noi è loro non c’è stata, sono orgoglioso dei miei ragazzi”.

Sconfitta amara, dopo una grande prestazione: “Quando giochi con la Juventus e concedi occasioni così, ti fa male. Ma come ho detto ai miei ragazzi non è perdere con i bianconeri il problema, ma le sconfitte precedenti”.

I cambi nel finale, effettuati dall’allenatore ex Milan, hanno fatto un po’ discutere perché hanno sbilanciato la squadra: “Ho fatto entrare tutti giocatori offensivi perché credevo di poterla vincerla. Non me ne pento, dobbiamo prenderci sempre qualche rischio per cercare di vincere le partite.”

Partita giocata molto bene dal Torino, soprattutto ad inizio secondo tempo dove ha sfiorato il vantaggio: “A fine primo tempo avevo detto di alzare i ritmi, sperando nella loro stanchezza. Non abbiamo sfruttato le occasioni che abbiamo creato perché c’è ne sono state ma non le abbiamo finalizzate. Siamo stati anche un po’ sfortunati, soprattutto sul primo goal della Juve”.

Il Toro ha dimostrato del timore del gioco: “Nel primo tempo dovevamo rischiare di più, siamo stati un po’ timorosi. Poi nella ripresa abbiamo accelerato ma non siamo riusciti a fare goal”.

Grandissima partita del “Gallo“, importantissimo sia in fase offensiva che di ripiegamento: “Belotti è un giocatore straordinario con tanti margini di miglioramento. Deve continuare a giocare come sta facendo, se continua con questa umiltà può fare grande cose. E’ il giocatore ideale per questo Torino”.

Ora bisogna solo lavorare per rialzarsi, dopo due sconfitte consecutive, per non vanificare quanto di buono fatto fino ad ora. Ma Sinisa sa come fare.

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DI TORINO-JUVENTUS 1-2

About Alessio Capone 232 Articoli
È uno studente di sociologia dell'Università degli studi di Salerno. Ammiratore dello sport ed appassionato di calcio sogna di diventare un giornalista sportivo.
Contact: Facebook