Volley Femminile, finali Playoff gara 3: Piacenza vince 3-1 su Conegliano e riapre la serie

La Nordmeccanica Piacenza vince 3-1 in gara 3, abbattendo la corazzata dell’Imoco Conegliano, e riapre una corsa allo scudetto che ormai sembrava a senso unico. Il Palabanca si fa teatro dell’impresa, Piacenza prova e trova una reazione d’orgoglio sublimatasi in una veemente azione corale. Le Pantere sono costrette alla resa davanti alla determinazione delle ragazze di Gaspari, che dopo due prestazioni opache, e al di sotto delle aspettative, ritrovano concretezza in attacco e reattività in fase difensiva. Appuntamento quindi a gara 4 che si disputerà lunedì 2 maggio al Palaverde alle 19.30.

STARTING SIX

Gaspari prova un nuovo assetto con Ognjenovic in regia e Sorokaite opposto; al centro, dopo le opache prestazioni di Bauer opta per una propositiva Melandri in coppia con Belien; in banda Marcon e Meijners; Leonardi libero.

Mazzanti si affida al suo miglior sestetto con Glass a distribuire e Ortolani opposto; al centro Arrighetti e Adams; in posto quattro Robinson e il gradito ritorno di Easy.

LA PARTITA

Parte forte Piacenza che alla sua ultima chiamata è costretta a dare il tutto per tutto per allungare la serie e tra le mura amiche trova subito una reazione positiva siglando il 3-0 iniziale, ma Conegliano è brava a ritornare e impatta immediatamente il pareggio. Comincia quindi una staffetta a perdifiato con entrambe le formazioni a rincorrersi per tutto il corso del set. Maja Ognjenovic, autrice di due gare piuttosto confuse in fase di distribuzione, ritrova le sue certezze nella precisione chirurgica di Marcon, e armando il braccio di Sorokaite, che si dimostra in partita. Glass si affida alle sue connazionali Robinson e Easy, quest’ultima di ritorno da uno stop che l’ha tenuta lontana dal campo, senza però scalfirne la carica esplosiva e conferendo già al primo set la sua impronta. La Nordmeccanica prova ad allungare sul 14-10, ma l’Imoco risale con la presenza ingombrante di Robinson a muro, che oscura l’attacco delle emiliane. Le Pantere non lasciano scappare le avversarie e ritrovano la parità sul 16 e poi trovando il sorpasso (17-19). Piacenza si fa beffare ed è costretta a rincorrere, non aiuta alla causa l’infortunio occorso a Leonardi sul calare del primo set (22-24). Glass offre il pallone decisivo a Serena Ortolani che non sbaglia e sigla il parziale (23-25).

Partenza bruciante nel secondo set per le ragazze di Mazzanti (0-4), che però dovranno vender cara la pelle davanti alle padrone di casa che non hanno intenzione di mollare. La Nordmeccanica scossa dall’infortunio di Leonardi -sostituita egregiamente da Valeriano– trova la carica e prova a rompere l’incantesimo che ormai va avanti da ben due gare, complice la reattività di Melandri, anche in fase difensiva (12-9). Meijners continua a macinare punti e permette alla sua squadra di ampliare il vantaggio (18-14). L’Imoco non molla il colpo e prova ancora a rientrare nel match con la forza dirompente di Robinson e la concretezza di Ortolani (23-20). L’occasione è però troppo ghiotta per la formazione di casa che si affretta a chiudere sul 25-21 e porta a casa il primo set dell’intera serie.

Il terzo set comincia in equilibrio nelle prime battute, ma è Conegliano ad accelerare e trovare il primo vantaggio (3-6) con Glass ad appoggiarsi su Easy, che continua a disegnare nuove traiettorie. L’assenza di Leonardi costringe al sacrificio il sistema difensivo della Nordmeccanica, che proprio in questo fondamentale appare rinvigorita, e a poco a poco risale la china affidandosi ad una dirompente Belien in fast e poi siglando un muro tonante su Easy, che vale il pareggio (15 pari). Glass chiede di più a se stessa e alle sue centrali richiamando all’ordine Adams, poco cercata fino a quel momento. La posta in gioco è alta, entrambe le formazioni ne sono consapevoli, e si rendono protagoniste di uno scambio in apnea conclusosi con un attacco di Robinson (21-19). Il muro dell’Imoco, però fa fatica in questa frazione conclusiva del parziale e subisce l’accelerata in distribuzione di Ognjenovic, che prende iniziativa anche di seconda intenzione (24-21). Conegliano prova a riavvicinarsi, ma non basta e ci pensa Marcon a siglare il 25-22.

L’Imoco prova a bruciare in partenza le speranze della Nordmeccanica di riaprire la serie, e si fregia di un importante break in apertura (4-9). Piacenza ricuce lo strappo con Ognjenovic al servizio e con Meijners sugli scudi a scalfire il sistema difensivo avversario (8-11). Viene meno all’incontro anche Easy che, dolorante dopo la discesa dall’attacco, è costretta a lasciare il campo a Vasilantonaki. Sorokaite e compagne mettono grande pressione alla ricezione di Conegliano, e una pestata di Vasilantonaki in pipe consegna il pareggio. Si procede nuovamente a piè pari con entrambe le formazioni determinate a non concedere il fianco. Qualche indecisione in fase di distribuzione si rivela fatale per Glass, che poi riprova a mettere la testa avanti con l’infallibile Robinson (19-20). La Nordmeccanica trova la prima palla che vale il match (24-23), ma Sorokaite s’infrange contro il muro di Conegliano, che pareggia i conti. Ognjenovic sorprende, offrendo un primo tempo a Melandri che replica nell’azione successiva intercettando la ricezione imprecisa di Robinson e mettendo il sigillo sul match (26-24).

NORDMECCANICA PIACENZA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 3-1 (23-25; 25-21; 25-22; 26-24)

NORDMECCANICA PIACENZA: Sorokaite 22, Valeriano (L), Belien 12, Bauer ne, Leonardi (L), Marcon 8, Bianchini, Melandri 8, Petrucci ne, Pascucci ne, Meijners 23, Taborelli ne, Ognjenovic 4. All. Gaspari.

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Glass 2, Vasilantonaki 1, Serena ne, Ortolani 15, Santini ne, Adams 10, Robinson 21, De Gennaro (L), Easy 16, Arrighetti 9, Crisanti, Nicoletti, De Bortoli ne, Barazza ne. All. Mazzanti.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA

Potrebbe interessarti 

About Rita Salvati 176 Articoli
Studentessa di Scienze Politiche, soffre di una dipendenza da letture e canzoni tristi. Di solito scrive per non essere letta ora decide di farsi leggere da qualcuno. Non che questo sia un bene. Ama la TV ed ogni genere di sport, sì, anche il curling.
Contact: Facebook