Volley femminile – Serie A: risultati e classifica 25^ giornata

La Pomì scavalca Piacenza. Busto ancora ad un punto dalla zona playoff.

La 25^ giornata di Regular Season, nonché penultima ha visto fronteggiarsi nell’anticipo Il Bisonte Firenze e la Pomì Casalmaggiore che con una vittoria da tre punti si è ripresa la seconda posizione, approfittando della debacle della Nordmeccanica.

La Regular Season riprende quindi per il rush finale, dopo le Final Four di Coppa Italia che hanno visto vincitrice una splendida Bergamo autrice di due prove superbe prima vincendo in semifinale in rimonta su Casalmaggiore, e poi piegando ogni tentativo di resistenza di Piacenza in finale.

IL BISONTE FIRENZE – POMÌ CASALMAGGIORE 0-3 (18-25; 16-25; 23-25)

Tutto facile per la Pomì Casalmaggiore che chiude la pratica in trasferta facendo bottino pieno. Firenze non riesce ad opporre resistenza e i primi due set scivolano via velocemente, nel terzo parziale le ragazze di Francesca Vannini, cercano di riprendere in mano la situazione esprimendo un gioco sensibilmente migliorato, ma è ormai troppo tardi per porre rimedio e Casalmaggiore si avvia ad una netta vittoria. Le campionesse in carica possono contare ancora una volta sulla brillante prestazione di Stevanovic, che ha chiuso con 15 punti di cui 4 muri.

IL BISONTE FIRENZE: Perinelli 1, Bechis, Mazzini, Turlea 8, Negrini, Parrocchiale (L), Vanzurova 9, Pietrelli 7, Calloni 3, Krsmanovic 6, Martinuzzo, Usic 12. All. Vannini.

POMÌ CASALMAGGIORE: Bacchi 1, Lloyd 5, Sirressi (L), Cecchetto ne, Ferrara ne, Gibbemeyer 6, Cambi, Piccinini 5, Olivotto ne, Kozuch 14, Stevanovic 15, Tirozzi 14, Matuszkova. All. Barbolini.

NORDMECCANICA PIACENZA – IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3 (23-25; 23-25; 20-25)

Una Piacenza in emergenza per l’infortunio di Floortje Meijners, occorso in Champions League, e in evidente difficoltà nell’esprimere il proprio livello di gioco, affronta la formazione di Fenoglio. Gaspari corre ai ripari con un cambio ruolo che vede Bianchini opposto titolare e Sorokaite schierata in posto quattro a sostituire Meijners, in reparto con Marcon. Per la Nordmeccanica si è palesata ancora qualche difficoltà nel concretizzare nei momenti clou del match. Novara azzarda spostando in banda Fabris e concedendo a Fawcett il ruolo di opposto. Tre set di certo combattuti ma ad avere la meglio è stata la formazione di Fenoglio, facendo leva su una buona prestazione corale. Per Piacenza parecchio rammarico è affanno, subisce anche lo smacco da Casalmaggiore che si riappropria della seconda piazza, la Nordmeccanica scivola al terzo posto.

NORDMECCANICA PIACENZA: Sorokaite 10, Valeriano, Belien 7, Bauer 3, Leonardi (L), Marcon 8, Bianchini 11, Melandri 2, Poggi ne, Petrucci ne, Pascucci 1, Meijners, Taborelli ne, Ognjenovic 5. All. Gaspari.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Fawcett 11, Bruno (L), Wawrzyniak ne, Malsevic 12, Guiggi 12, Cruz 1,  Bonifacio, Chirichella 5, Signorile 1, Bosetti, Mabilo ne, Bosio ne, Fabris 15. All. Fenoglio

CLUB ITALIA – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 1-3 (22-25; 25-22; 20-25; 22-25) 

Busto Arsizio è ancora ad una lunghezza di distanza da Montichiari ma conquista un bottino essenziale in chiave playoff, e dovrà sfruttare il turno di riposo di Gioli e compagne nell’ultima di Regular Season per rientrare. Quattro set di grande equilibrio, il Club Italia ha trovato le sue certezze con Egonu opposto. Dall’altra parte invece le farfalle si affidano alla potenza di Lowe (27 punti e il 52% di efficienza in attacco) terminale offensivo implacabile, che guida le sue compagne alla vittoria.

CLUB ITALIA: Bonvicini ne, Malinov, Spirito (L), D’Odorico 11, Egonu 13, Orro 4, Danesi 11, Guerra 12, Berti 10, Minervini (L) ne, Zanette 5. All. Lucchi.

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Rousseaux 8, Degradi 7, Cialfi, Negretti ne, Fondriest 12, Hagglund 1, Thibeault, Papa 7, Lowe 27, Angelina ne, Pisani 7, Poma(L). All. Mencarelli.

LIU JO MODENA – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3 (20-25; 25-16; 28-26; 18-25; 11-15)

Il momento positivo di Bergamo si conferma. Le rossoblù non sembrano affatto sazie e dopo la vittoria della Coppa Italia, arrivata dopo due prove magistrali, piegano anche la resistenza modenese. Il primo set è quindi delle bergamasche orchestrate da Leo Lo Bianco, che si affida ai colpi sapienti di Barun. Buona notizie per Modena però che ritrova Di Iulio. Nel secondo set la Liu Jo cresce notevolmente per livello di gioco tra le mani di Ferretti e trova la parità prendendosi il secondo set con grande autorità e con la grande prova di Horvath (22 punti e il 53% in attacco). La Liu Jo prova ad aggredire e a chiudere il match, ma subisce l’eterno ritorno della formazione di Lavarini mai doma, che con l’ingresso di Sylla per Plak trova nuova linfa e costringe le emiliane prima al tie break e poi alla resa definitiva.

LIU JO MODENA: Ferretti 3, Diouf 14, Scuka 2, Horvath 22, Folie 10, Heyrman 15, Arcangeli (L), Gamba, Rivero ne, Carraro ne, Di Iulio 10, Magnani ne, Cutuk ne. All. Alessandro Beltrami.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori ne, Plak 5, Frigo, Gennari 10, Cardullo (L), Aelbrecht 9, Paggi 7, Barun-Susnjar 22, Lo Bianco 1, Durisic 2, Mambelli ne, Sylla 18. All. Lavarini

SUDTIROL BOLZANO – METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI 0-3 (23-25; 18-25; 19-25) 

Prestazione autorevole per Montichiari che consolida l’ottava posizione e si salva dall’assalto di Busto Arsizio, guidata ancora una volta da Tomsia che con i suoi 23 punti e il 49% in attacco si conferma una sentenza. Bolzano si oppone per il primo set con Martínez e Garzaro, ma a nulla valgono gli sforzi e la partita sfila via velocemente.

SÜDTIROL NERUDA BOLZANO: Brcic 1, Mambru 8, Martinez 12, Page 4, Manzano 5, Garzaro 11, Paris (L), Newsome ne, Rivera 3, Boscoscuro ne, Lazic 1, Veglia 2, Bertonili ne. All. Stefano Micoli.

METALLEGHE SANITARS MONTICHIARI: Carocci (L), Dalia 2, Brinker 11, Tomsia 23, Barcellini 8, Lualdi ne, Mingardi, Zecchin ne, Lombardo ne, Sobolska 6, Gioli 8. All. Barbieri.

 

OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 0-3 (15-25; 16-25; 20-25 )

Tutto facile per Scandicci che conclude agevolmente la pratica e fa bottino pieno a Vicenza. Le toscane si affidano alla prestazione super di Sara Loda che conclude il match con 17 punti personali. Vicenza, nonostante la girandola di cambi e le numerose soluzioni messe in campo, non riesce a trovare dei correttivi per contrastare l’avanzata delle avversarie.

OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA: Goliat 4, Kitipova 1, Lanzini (L), Cella 8, Popovic 7, Carter 8, Partenio 5, Trevisan, Pastorello 5, Wilson 3, Prandi 1, Bisconti (L) ne. All. Rossetto.

SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Arias ne, Stufi 8, Alberti 7, Loda 17, Fiorin 9, Pietersen 1, Merlo (L), Scacchetti, Giampietri ne, Nikolova 13, Ikic, Rondon 1. All. Chiappafreddo

CLASSIFICA 25^ GIORNATA: 

Imoco Volley Conegliano 57; Pomì Casalmaggiore 52; Nordmeccanica Piacenza 51; Igor Gorgonzola Novara 47; Liu Jo Modena 44; Savino Del Bene Scandicci 39; Foppapedretti Bergamo 38; Metalleghe Sanitars Montichiari 31; Unendo Yamamay Busto Arsizio 30; Obiettivo Risarcimento Vicenza 21; Club Italia 20; Il Bisonte Firenze 10; Sudtirol Bolzano 10.

Ti potrebbero interessare:

TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY QUI

About Rita Salvati 161 Articoli
Studentessa di Scienze Politiche, soffre di una dipendenza da letture e canzoni tristi. Di solito scrive per non essere letta ora decide di farsi leggere da qualcuno. Non che questo sia un bene. Ama la TV ed ogni genere di sport, sì, anche il curling.
Contact: Facebook