Volley – Finale Playoff: Modena vince gara 2 e ipoteca lo scudetto

Nella finale Playoff che assegnerà lo scudetto ad una tra DHL Modena e Sir Safety Perugia, gli emiliani mettono una prima ipoteca sul tricolore andando a vincere la seconda gara della serie per 3-2 contro i padroni di casa perugini in un match al cardiopalma. Ritmi serrati, nervi tesi, braccia armate: i presupposti per una sorprendente finale scudetto c’erano tutti. Grandi gesti atletici si sono visti da una parte e dall’altra degli 81mq ma anche tanti errori, e un calo di tensione finale che è costato caro ai Diavoli umbri che hanno così fallito l’aggancio. Nuova occasione per entrambe le compagini già domenica: Modena scenderà in campo per la conquista del triangolino tricolore da appuntare sul petto, Perugia per provare a riaprire la serie.

STARTING SIX

Boban Kovac schiera De Cecco in diagonale con Atanasjievic, Buti-Birarelli centrali, Russel e Kaliberda in posto 4 e Giovi libero.

Coach Lorenzetti risponde con Bruno in cabina di regia e Vettori opposto, al centro Lucas e Bossi, in banda Petric-Ngapeth e Rossini libero.

IL MATCH

Si comincia subito con le squadre in perfetto equilibrio, Perugia mette pressione al servizio e gli attaccanti di Modena fanno fatica a centrare il campo: Russel in battuta trova la free ball che attacca lui, in pipe, consentendo ai Block Devils di ricavare il primo break point (6-4). La squadra di Kovac continua a martellare al servizio e con una ricezione di gran lunga migliorata rispetto a gara 1, mette la freccia e scappa sul 10-5 con Birarelli che mura Bossi. Modena prova a risalire ma la Sir è inarrestabile e con un ace di Atanasijevic si porta sul +7, 17-10. Bruno inizia la remuntada affidandosi a Lucas e Ngapeth ed è proprio il francese con un ace e una pipe a riaprire il set, 22-20. Atanasjievic sale in cattedra dai nove metri e conquista il match point, infine un errore di Petric consegna il set ai bianconeri, 25-21.

Altro set, altra musica, Modena sembra essersi ritrovata e con un’ottimo momento corale si porta in vantaggio sugli umbri al primo time out tecnico 12-9. In questo parziale è la DHL a scappare e non basta uno strepitoso Russel ai perugini, i Gialli volano a +6 13-19. Un’invasione a rete di Birarelli regala a Modena ben 8 palle set; Il set lo chiude il grande ex, Nemanja Petric, con uno sporchissimo colpo da maestro in parallela, 17-25. Parità.

Terzo set dai ritmi elevatissimi sin dai primi scambi. Entrambe le squadre tirano a tutto braccio tanto al servizio dececco-muro-finale-volleyquanto in attacco e nessuno ha intenzione di mollare un centimetro. Sono i Block Devils a guadagnarsi il primo break sul 7-5 immediatamente annullato dagli emiliani in un punto a punto senza sosta. Perugia però conserva il vantaggio e porta le squadre sulle panchine sul 12-10. Modena cala e consente a Perugia di costruirsi un buon vantaggio, che poi gli umbri sprecano, con Russel che sbaglia e riporta i Gialli a -1 19-18. Vettori è protagonista di questo finale di set: con un parziale di 4-0 porta i suoi prima al sorpasso 22-23 ma poi sciupa con un errore al servizio per il 23 pari. Un finale di set pazzesco chiuso dai padroni di casa 26-24 con Kaliberda. Umbri che conducono nei set 2-1.

Modena vuole il tie break e spinge il piede sull’acceleratore sin da subito. Il parziale è letale: 5-1 sugli umbri. Perugia prova a riavvicinarsi ma gli errori sono tanti e consentono agli emiliani di essere avanti al time out tecnico 8-12. Sartoretti entrato per la battuta fa egregiamente il suo dovere, spaccando il set e regalando ai suoi il +6 (13-19). Il divario sembra troppo grande da colmare ma il motto della Sir è “si può fare” e i diavoli ci credono: la magia in pallonetto di Luciano De Cecco è un cioccolatino che vale il 21-23, poi il gioiello a stelle e strisce Aaron Russel al servizio trova il 23 pari. Modena però si dimostra una squadra solida e va a prendersi il quarto set con uno strepitoso Vettori che prima conquista il set point e poi con un ace da cecchino manda le compagini al quinto set.

Il tie break è una battaglia a viso aperto con le squadre schierate in trincea: tutto si gioca sul filo del rasoio, tutto si gioca dai nove metri al servizio. Una parità costante, snervante, sfiancante per entrambi i sestetti che giocano ormai da oltre due ore e mezza. È la DHL a trovare il primo break con Nikic quando ormai il set è ben oltre la metà, 8-10. Atanasjievic cede proprio nel momento meno opportuno e prima si fa murare poi attacca in rete e Modena vola  a +4 (8-13). Ngapeth finta l’attacco e alza per Vettori per l’ultima azione del set, chiuso 10-15, e della partita.

GARA 3

Domenica 8 maggio, al PalaPanini di Modena, i Gialli avranno la loro prima occasione per chiudere la serie e conquistare lo scudetto. Difficilissimo ma non impossibile per Perugia provare a riaprire la serie, che però sarà fuori dalle mura amiche.

TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA

About Ilaria La Rosa 154 Articoli
Classe 1990, napoletana stanziata a Parma. Aspirante blogger, aspirante fotografa, aspirante essere umano. Tutto in via di perfezionamento. Si nutre di musica e parole (specie se provengono da libri e serie tv). Appassionata di qualunque sport si giochi con un pallone, con una spiccata predilezione per la pallavolo.
Contact: Facebook