Volley – Playoff Challenge: Latina e Piacenza in semifinale, per le altre sarà gara 3

Si sono disputati ieri i match di gara 2 dei Playoff-quinto-posto valevoli per un posto in Challenge Cup. Latina e Piacenza conquistano la semifinale vincendo, entrambe con un netto 3-0, rispettivamente in trasferta contro la Revivre Milano e in casa contro la Tonazzo Padova. Le altre gare hanno visto la CMC Romagna battere in casa propria la Calzedonia Verona, fresca vincitrice proprio di Challenge Cup e Monza passare davanti al proprio pubblico contro Molfetta, riportando così in parità la serie. Per le quattro quindi il tutto è rimandato a gara 3.

RISULTATI PLAYOFF CHALLENGE GARA 2


LPR PIACENZA – TONAZZO PADOVA 3-0 (25-15, 25-20, 25-21)

Al PalaBanca di Piacenza la LPR passa sulla Tonazzo Padova con un netto 3-0. Un risultato inaspettato se pensiamo che solo qualche settimana fa proprio Padova aveva messo in discussione il cammino della DHL Modena nei quarti dei playoff scudetto. Vince la squadra di Giuliani che comanda il match dall’inizio alla fine, complici i troppi errori commessi dai veneti. Il passaggio in semifinale dei biancorossi può rappresentare il primo passo verso il riscatto di una stagione molto opaca, che l’ha vista chiudere all’ultimo posto in regular season. Spiccano in questo match Thijs Ter Horst e Gordon Perrin, mvp del match.

LPR PIACENZA – TONAZZO PADOVA 3-0 (25-15, 25-20, 25-21) – LPR PIACENZA: Coscione 1, Kohut 8, Ter Horst 18, Perrin 12, Papi (L), Sedlacek 2, Luburic 7, Tencati 8, Cottarelli. Non entrati Patriarca, Zlatanov, Tavares Rodrigues. All. Giuliani. TONAZZO PADOVA: Leoni, Orduna 2, Giannotti 6, Balaso (L), Bassanello, Quiroga 6, Volpato 1, Averill 4, Berger 8, Milan 6, Diamantini 5, Lazzaretto. Non entrati Cook. All. Baldovin. ARBITRI: Bartolini, Satanassi. NOTE – Spettatori 1079, durata set: 20′, 25′, 25′; tot: 70′. MVP: Gordon Perrin

CMC ROMAGNA – CALZEDONIA VERONA 3-1 (23-25, 25-22, 25-17, 25-21)

La Calzedonia Verona cede in quattro set alla CMC Romagna che così porta la decisione finale a gara 3. Forse troppo provati gli uomini di Giani, che dopo l’interminabile serie nei Playoff scudetto contro Perugia e la vittoria in gara 1 contro i romagnoli, non riesce a trovare il piglio giusto per portare a casa la vittoria e chiudere in fretta i giochi. Una Verona spenta, a cui non basta il solito Kovacevic (20 punti), contro una Romagna che forte del supporto del pubblico è risultata più precisa in ricezione, consentendo a Cavanna di innescare al meglio i suoi attaccanti. Tutto rimandato quindi alla “bella” di domenica 17 al PalaOlimpia.

CMC ROMAGNA – CALZEDONIA VERONA 3-1 (23-25, 25-22, 25-17, 25-21) – CMC ROMAGNA: Mengozzi 8, Ricci 3, Cavanna 2, Della Lunga 7, Van Garderen 22, Polo, Koumentakis, Goi (L), Torres 23, Boswinkel, Bari (L), Perini De Aviz 1. Non entrati Zappoli. All. Kantor. CALZEDONIA VERONA: Zingel 3, Kovacevic 20, Pesaresi (L), Gitto 9, Lecat 10, Spirito, Frigo (L), Baranowicz 3, Starovic 9, Bellei 3, Anzani 5, Bucko. Non entrati Sander. All. Giani. ARBITRI: Rapisarda, Cesare. NOTE – durata set: 27′, 27′, 24′, 30′; tot: 108′. Spettatori: 815. MVP: Maarten Van Garderen

REVIVRE MILANO – NINFA LATINA 0-3 (22-25, 19-25, 17-25)
Latina, l’altra semifinalista di giornata, passa agevolmente sul campo di una Revivre Milano che nelle ultime gare di Regular Season e nella fase iniziale dei playoff per il quinto posto aveva mostrato carattere e un buon gioco, grazie all’inserimento del giovane palleggiatore classe ’98 Sbertoli. I Pontini bissano il 3-0 di gara 1 in un match combattuto ma che Milano non riesce mai a volgere a suo favore, cedendo poi il passo nell’ultimo parziale 17-25. Ottima la prova di Pavlov, tra le fila di coach Placì, e dei centrali milanesi De Togni e Georgiev.

REVIVRE MILANO – NINFA LATINA 0-3 (22-25, 19-25, 17-25) – REVIVRE MILANO: Milushev 10, Gavenda 3, Sbertoli 2, Skrimov 5, Russomanno Dos Santos (L), De Togni 9, Georgiev 9, Marretta 5. Non entrati Alletti, Rivan, Baranek, Boninfante, Burgsthaler. All. Monti. NINFA LATINA: Sottile, Sket 5, Pavlov 16, Romiti (L), Tailli, Hirsch, Yosifov 6, Rossi 7, Maruotti 9. Non entrati Krumins, Mattei, Ferenciac. All. Placì. ARBITRI: Cipolla, Boris. NOTE – Spettatori 1180, incasso 1970, durata set: 25′, 24′, 24′; tot: 73′. MVP: Nikolay Pavlov

GI GROUP MONZA – EXPRIVIA MOLFETTA 3-1 (28-30, 25-18, 25-20, 25-17)
Un’ottima prestazione corale porta i ragazzi della GI Group Monza a giocarsi la partita cruciale in Puglia al PalaPoli, di fronte al caldissimo pubblico di Molfetta. Dopo un primo set molto combattuto, conclusosi in favore dei pugliesi ai vantaggi, sono poi i ragazzi di Cattaneo a prendere in mano il match conducendo fino alla sua fine. Brutta la gara di squadra dell’Exprivia, troppo spenta in attacco e troppo fallosa al servizio.

GI GROUP MONZA – EXPRIVIA MOLFETTA 3-1 (28-30, 25-18, 25-20, 25-17) – GI GROUP MONZA: Raic 18, Galliani 15, Mercorio, Jovovic 4, Rizzo (L), Botto 19, Verhees 8, Beretta 6. Non entrati Sala, Daldello, Brunetti, Rousseaux, Gao. All. Cattaneo. EXPRIVIA MOLFETTA: Kaczynski, Candellaro 11, Del Vecchio 1, De Barros Ferreira 17, Barone 7, Mustedanovic 5, De Pandis (L), Hierrezuelo 6, Fedrizzi 13. Non entrati Spadavecchia, Mariella, Porcelli. All. Di Pinto. ARBITRI: Puecher, Sobrero. NOTE – durata set: 38′, 26′, 27′, 24′; tot: 115′. Spettatori 505. MVP: Iacopo Botto.

About Ilaria La Rosa 144 Articoli
Classe 1990, napoletana stanziata a Parma. Aspirante blogger, aspirante fotografa, aspirante essere umano. Tutto in via di perfezionamento. Si nutre di musica e parole (specie se provengono da libri e serie tv). Appassionata di qualunque sport si giochi con un pallone, con una spiccata predilezione per la pallavolo.
Contact: Facebook