Volley, Playoff: Lube troppo rilassata investita dal treno di Perugia

Entrati nel vivo la fase semifinale, i Playoff hanno subito trovato in Gara 1 tra Lube e Sir Safety un ambiente incandescente e guerrigliero.

Foto Sir Safety Perugia Official Page

Va subito detto che il risultato di questa partita non era scontato, tanto meno prevedibile. Nessuna partita in queste ultime fasi lo sarà. Arrivare ad una fase delicata come la semifinale vuol dire aver vinto tante partite, aver già superato due fasi sempre giocando al meglio delle cinque partite, aver sfidato altre squadre agguerrite perché la posta in palio è pur sempre lo scudetto.

Fatta questa doverosa premessa, di seguito troverete la cronaca del match andato in scena oggi alle ore 18.00 presso l’Eurosuole Forum, casa della Cucine Lube Banca Marche Civitanova, che ha ospitato gli umbri della Sir Safety Conad Perugia.

Risultato: 3-2 per Perugia, trascinata da un ottimo Aleksandar Atanasijevic, assoluto protagonista dei suoi con 30 punti, un set vinto tutto da solo. È lui l’ago della bilancia, colui che ha decretato l’esito del match e portato la vittoria al quinto set in un palazzetto gremito, dove il pubblico delle grandi occasioni ha potuto ammirare lo spettacolo che le due squadre hanno messo in scena. Questo è il bello del volley,  al di là del tifo nessuno ha problemi a riconoscere la bravura, il talento. Semplicemente, si applaude, si battono le mani, si intonano cori.

Atanasijević

In casa Lube, Fei conferma di essere un highlander, uno di quelli che sanno sempre cosa fare: da una parte l’incoscienza di ‘magnum’ Atanasijevic, dall’altra l’esperienza di Alessandro Fei. Alla fine ha vinto l’incoscienza. Ha vinto anche Perugia che ha giocato fino all’ultimo giorno disponibile contro una Lube a riposo da 18 giorni, ferma dopo aver battuto Latina e ottenuto un posto nella f4 di Cracovia per disputare la Cev Champions League. E chissà se alla fine di questa serie daremo ragione a coloro che preferiscono i giovani ai meno giovani. Ai posteri l’ardua sentenza.

Dunque Perugia ha vinto, o la Lube ha perso, che dir si voglia. Tuttavia, il risultato la dice lunga sulla prestazione di entrambe le  squadre. La Lube ha iniziato con Juantorena-Cebuji, Christenson-Miljkovic, Stankovic-Chester,  Grebennikov (L). Perugia risponde con Kaliberda-Russell, De Cecco-Atanasijevic, Buti-Birarelli, Giovi (L). Nel corso del match, soprattutto in casa Lube, si sono alternati vari giocatori, come Priddy entrato in luogo di Cebuji, Podrascanin, Fei. Ma non è bastato, perché Perugia ha comunque trovato la chiave giusta per vincere il match e portarsi a casa Gara 1, che è pur sempre un primo passo verso la finale.

Gara 2 verrà giocata martedì 12 aprile 2016 in Umbria.

Parziali (25-20, 20-25, 22-25, 25-18, 13-15)

CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 9, Juantorena 20, Stankovic 8, Priddy 8, Christenson 1, Cester 6, Grebennikov (L), Miljkovic 10, Cebulj 8, Podrascanin 6. Non entrati Parodi, Vitelli, Kovar, Corvetta. All. Blengini.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 5, Fromm, De Cecco 3, Kaliberda 15, Giovi (L), Russell 10, Tzioumakas, Elia, Atanasijevic 30, Birarelli 9. Non entrati Holt, Dimitrov, Fanuli. All. Kovac.

TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY

SEGUICI SU FACEBOOK!

About Redazione 618 Articoli
Redazione AlBarSport.com, sito d'informazione sportiva