Volley, playoff scudetto: Lube depone le armi, Perugia prima finalista

Niente da fare per la Lube. Perugia si aggiudica gara 4 e vola in finale.

La vittoria e la sconfitta sono due facce della stessa medaglia. Stasera Perugia è stata artefice del suo destino e vincendo gara 4 si è guadagnata un posto in finale. Merito sicuramente del brillante talento di Luciano De Cecco, con una regia impeccabile capace di esaltare la potenza di Atanasijevic e tenere ‘caldi’ i giocatori di posto 4, ma soprattutto grazie ad una squadra con la S maiuscola, che non ha mai mollato, ma soprattutto, una squadra che ha saputo battere la Cucine Lube Civitanova, squadra che solo qualche mese fa aveva vinto la Regular Season, collezionando una serie lunghissima di vittorie consecutive e che poi è entrata nel baratro, fino ad uscire dai playoff stasera.

STARTING SIX

La Lube scende in campo con Christenson in diagonale con Fei, Juantorena e Priddy schiacciatori, Cester con Stankovic al centro e Grebennikov libero.

Kovac schiera De Cecco in regia con Atanasijevic, le bande KaliberdaRussell, i centrali azzurri Buti e Birarelli, Giovi libero.

LA PARTITA

Luciano De Cecco, esulta
Luciano De Cecco, esulta

Inizia punto a punto gara 4 dei playoff Superlega. Perugia si affida ad Atanasijevic, mentre Christenson trova in Osmany Juantorena una sicurezza. Il regista statunitense segna il 5-7 con un colpo di prima intenzione dopo un conflitto a muro. L’opposto serbo riporta la parità sull’8-8, ma in casa Lube inizia a funzionare il muro, fondamentale di punta della squadra marchigiana.

Un ace di Cester conduce la Lube al primo time out tecnico con un parziale di 8-12. Riprende il gioco, Perugia recupera i punti di svantaggio, e sul 14-14 esce Fei, sostituito dal capitano Ivan Miljkovic. La Sir trova il sorpasso sul 17-16 grazie ad un ace di Russell, guadagnando un break di vantaggio con un attacco di Aleksandar Atanasijevic. Coach Blengini si vede quindi costretto a chiamare un time out tecnico discrezionale. Russell piega in due la ricezione avversaria, che inizia a perdersi inesorabilmente. Entra Cebuji, seppur non nelle sue migliori condizioni, in luogo di Priddy, ma la situazione non cambia. Perugia vede ormai la fine del set, che termina infatti sul 25-20 dopo il servizio out di Vitelli, entrato proprio per un turno in battuta.

Riprende il gioco, con Fei e Priddy riconfermati in campo. Un ace di Atanasijevic segna il 4-1: Perugia vuole chiaramente chiudere questa  gara il prima possibile. Russell continua a provocare danni nell’altra metà campo con la battuta, costringendo Blengini a chiamare nuovamente un time out. La Lube si trova in seria difficoltà, il muro della squadra di casa ferma tutti i tentativi di attacco. Sul -7, un primo tempo di Stankovic sembra ap
rire delle speranze per gli ospiti, ma i punti da recuperare sono ancora troppi. Intanto, tornano in campo Cebuji e Miljikovic dopo delle prestazioni opache da parte di Priddy e Fei.

I cucinieri riducono il gap di svantaggio (-3), quindi per la prima volta Kovac trova la necessità di richiamare i suoi in panchina. Il fondamentale turno in battuta di Miljkovic riporta la Lube in carreggiata, a giocarsela punto a punto. Ritorna Priddy in campo, mentre Perugia corre di nuovo a gambe levate verso il finale di set. Anche questo secondo parziale termina 25-23 per i padroni di casa, che vedono sempre più vicina la qualificazione alla fase finale dei playoff.

Ultima chiamata per la Cucine Lube Civitanova, che ritrova una prestazione di squadra positiva ma allora stesso tempo continua a sbagliare su palle fondamentali, che favoriscono la vittoria dei perugini. Anche nel terzo set Perugia parte forte e determinata. Al contrario di Civitanova, che non riesce a far andare le cose per il verso giusto. La Sir ne approfitta e va avanti anche nel terzo parziale, che sembra essere l’ultimo del match (12-8). La Lube però non si arrende, lotta contro Perugia ma anche contro sé stessa. Cebuji decide la parità sul 23-23, ma Russell mette a terra il 24-23. Manca un solo punto per la finale.

Juantorena non ci sta, decide che il set si deciderà ai vantaggi. Spreca tutto la Lube, e Perugia si trova di nuovo al set point. Tutto da rifare di nuovo, Cebuji gioca nonostante il dolore, e riporta ancora la parità. Si gioca punto a punto, senza fine. E poi l’ultima azione, un epilogo felice per una squadra e uno disastroso per l’altra. Servizio di Russell, ricezione degli avversari, alzata, attacco fuori di Miljkovic. La Lube saluta i playoff, mentre Perugia ritorna in finale, dove incontrerà la vincente nella serie tra Trento e Modena.

TUTTE LE NOTIZIE DEL VOLLEY QUI

About Redazione 621 Articoli
Redazione AlBarSport.com, sito d'informazione sportiva