Volley, PlayOff Semifinali: Gara2, Lube ma che fai? Perugia stravince 3-0

E’ terminata Gara 2 al Pala Evangelisti non senza sorprese. La Sir Safety ha letteralmente annichilito Civitanova, che torna nelle Marche con la coda tra le gambe e due partite da recuperare nella serie.

Sicuramente non ci si aspettava una prestazione così negativa da una squadra costruita per vincere, che sulla carta risulta uno dei club migliori al mondo. Nei nove metri marchigiani non è andato nulla o quasi. Christenson in serata negativa, non trova il feeling con i suoi attaccanti che stentano a trasformare le sue alzate in punti.

Kovac però ha studiato la partita dal punto di vista tattico nei minimi dettagli e l’eccezionale prova a muro sfoderata dai rossoneri ne è la dimostrazione papabile. De Cecco, eletto miglior giocatore del match, ha completato l’impresa con le sue alzate sempre precise e mai scontate che hanno mandato in tilt il muro biancorosso.

LA PARTITA

Blengini sceglie Christenson e Miljkovic in diagonale di zona uno, Juantorena-Cebulj in palla alta, Cester-Podrascanin al centro e Grebennikov libero.

Perugia scende con De Cecco in cabina di regia, Atanasijevic opposto, Kaliberda e Russell schiacciatori ricevitori, Buti e Barone al centro, Giovi libero.

Il primo set inizia con le squadre che si danno battaglia e si eguagliano, la Lube guadagna due break point sul 17-15, poi Perugia fronteggia il pari e compensa sul 21-21. Entrambe le compagini si neutralizzano a vicenda, dando vita ad un’infinta sfida giocata punto a punto nei vantaggi, che termina con la vittoria del primo parziale dei ragazzi di Kovac.

Nel secondo set Perugia apre con largo vantaggio, De Cecco smarca bene i suoi attaccanti e la Lube a muro non riesce trovare punti di riferimento nel gioco umbro. Russell passa più volte in pipe a muro zero e Kaliberda non fatica a chiudere palla da zona quattro. Gli attaccanti biancorossi non trovano più continuità e Blengini butta Fei e Kovar nella mischia rispettivamente per Miljkovic e Cebulj. I cambi del coach marchigiano non danno i frutti sperati e i Block Devils dominano il set chiudendo 25-15.

La Lube entra con Kovar e Stankovic titolari. Buti a muro fa danni e i marchigiani sono in seria difficoltà in attacco, con Christenson che non riesce a trovare il feeling con gli schiacciatori ma Blengini decide comunque di tenerlo in campo. Block Devils in vantaggio raddoppiano gli avversari sul 14-7 e Blengini durante il time out chiede ai suoi di azzerare tutto e ripartire da capo. La volontà del coach però non viene ascoltata e nel campo biancorosso se ne vedono di tutti i colori: Juantorena e compagni sono deficitari in difesa, con pallette che cadono in mezzo al campo, battute sbagliate malamente, attacchi sbagliati. Il set va nelle mani dei perugini 25-14.

Importante per i marchigiani cancellare immediatamente la pessima prestazione di stasera e guardare alle Final Four di Champions League, che vedranno nel campo avversario la Diatec Trentino.

TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY QUI

Seguici su Facebook! Clicca QUI

About Angela Velaj 107 Articoli
Nata nel 1995, da sempre appassionata di Volley. Dopo vari infortuni subiti da giocatrice decide di passare dalla pallavolo giocata a quella raccontata. Iperattiva ma ritardataria cronica. Sogna il Brasile e tante altre cose. Non sa ancora cosa vuole dalla vita ma sposare il pallavolista João Rafael resta la sua priorità.