Volley, Semifinali Playoff: Piacenza vince 3-1 su Bergamo e vola in finale

Piacenza tra le mura amiche conquista gara 3 vincendo 3-1 contro una Bergamo mai doma, e vola in finale dove incontrerà nella serie finale Conegliano, con Gara 1 prevista per il 26 aprile. Si rompe l’incantesimo per la Foppapedretti che depone le armi, davanti alla prova magistrale delle piacentine, che suonano la sinfonia perfetta.

STARTING SIX

Sestetto tipico per Gaspari che si affida alle sapienti mani di Ognjenovic in regia in coppia con Sorokaite opposto; a far la guardia al centro ci pensano Belien e Bauer; in posto quattro Meijners e Marcon; a difendere la seconda linea Leonardi.

Lavarini sceglie Lo Bianco al palleggio in coppia con Barun; al centro tiene fuori Paggi, ed è il turno di Aelbrecht e Durisic; in banda tengono banco Gennari e Sylla; Cardullo libero.

LA CRONACA

Parte bene Piacenza che, nuovamente tra le mura amiche, ha la possibilità di conquistare la finale. Grande attenzione a muro per le piacentine che sembrano contrastare bene l’attacco bergamasco (9-6). Lo sforzo difensivo di Bergamo è ripagato e trova il primo vantaggio (10-11). La frazione mediana del set è di grande intesità, contraddistinta da difese spettacolari e infinita varietà di colpi in attacco. La Nordmeccanica trova un mini break sul 20-18. Una ricezione esitante di Piacenza lascia campo libero a Barun che pareggia i conti sul 21. Piacenza prova la zampata finale e conquista il primo set point grazie alla precisione chirurgica di Marcon (24-22). Due imprecisioni fatali per le emiliane rimettono in carreggiata Bergamo che pareggia a quota 24. Lo Bianco allunga con un ace, ma è nuovamente parità sul 25. Entrambe le squadre non sembrano mollare, ma un muro di Meijners mette il sigillo sul set 28-26.

Il secondo set si apre con qualche indecisione fatale nell’intesa tra Ognjenovic e le sue centrali, Bergamo può quindi trovare il primo break (2-5). Ed è poi la battuta di Gennari a mettere pressione alla ricezione piacentina, scavando un solco importante (5-10). La reazione delle emiliane arriva dal braccio armato di Sorokaite che, con una straordinaria serie al servizio, ricuce lo svantaggio e pareggia i conti sul 10. Grande equilibrio anche in questo parziale, infiammato dalle rocambolesche acrobazie difensive delle due compagini, capitanate da Cardullo e Leonardi, ma a spuntarla è il contrattacco bergamasco con un’infallibile Barun, che trova un break importante (16-19). Con grande pazienza la Nordmeccanica ricostruisce e pareggia i conti sul 21. Ancora Sorokaite fa il bello e il cattivo tempo, e Bergamo trova la prima palla del set, Gennari non fallisce (23-25).

Il terzo set comincia ancora all’insegna dell’equilibrio, entrambe le squadre non mollano un centimetro (11 pari). Ci provano le piacentine a distaccarsi, con la coppia Bauer-Ognjenovic a spegnere a muro le velleità in attacco della Foppapedretti, a nulla vale l’ingresso di Plak per Sylla, la Nordmeccanica scava un solco importante (19-14). Soffre la ricezione delle ragazze di Lavarini che lasciano ancora allontanare le avversarie (23-16). Un fallo di formazione regala il primo set ball finalizzato da una performante Sorokaite (25-16) che regala il 2-1.

Ultima chiamata per Bergamo costretta agli straordinari per portare al tie break questa partita. La Foppapedretti rompe gli indugi e sfrutta qualche errore di troppo delle piacentine per trovare il primo break (9-11). Le ragazze di Gaspari non mollano il colpo e ancora una volta con grande pazienza, prima impattano il pareggio e poi torreggiano a muro trovando il vantaggio (15-13). Continua la staffetta in posto quattro per la Foppapedretti, con il rientro di Sylla per una spenta Plak. La Nordmeccanica continua nella sua marcia trionfale, con Ognjenovic che mostra tutta la varietà in attacco di cui dispone (20-16). Lo Bianco costretta a forzare il gioco con le sue centrali e con un’imperiale Barun prova ad accorciare e rientrare in partita (22-18). L’errore al servizio di Aelbrecht consegna alle piacentine il primo match point (24-20), e ci pensa Ognjenovic di seconda intenzione a chiudere il discorso (25-20). Piacenza sorride e vola in finale.

NORDMECCANICA PIACENZA – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-1 (28-26; 23-25; 25-16; 25-20)

NORDMECCANICA PIACENZA: Sorokaite 22, Valeriano ne, Belien 11, Bauer 16, Leonardi (L), Marcon 7, Bianchini ne, Melandri ne, Petrucci ne, Pascucci ne, Meijners 20, Taborelli ne, Ognjenovic 4. All. Gaspari.
FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori, Plak 1, Frigo, Gennari 12, Cardullo (L), Aelbrecht 12, Paggi 2, Barun 24, Lo Bianco 1, Durisic 4, Mambelli, Sylla 8. All. Lavarini.

TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY QUI

About Rita Salvati 176 Articoli
Studentessa di Scienze Politiche, soffre di una dipendenza da letture e canzoni tristi. Di solito scrive per non essere letta ora decide di farsi leggere da qualcuno. Non che questo sia un bene. Ama la TV ed ogni genere di sport, sì, anche il curling.
Contact: Facebook